Articoli

Flory cambia vita

Viveva in Nuova Zelanda una cangurina di nome Flory, molto vivace, curiosa e inquieta che, ormai stanca della solita vita, si imbarcò clandestinamente su una nave diretta in Antartide. Giunta a destinazione, trovò l’ambiente un po’ freddo, ma le piacevano i colori, la tranquillità e, soprattutto, fu affascinata da un iceberg che la accolse tra […]
Pubblicato il 2 febbraio 2022

Ero solo una briciola

traduzione di Maria Vittoria Alessandrini Ero solo una briciola una particella di polvere durante la selezione non degna di uno sguardo a destra o sinistra ai loro occhi senza valore nemmeno utile da bruciare piuttosto piccola, non bella né buona né cattiva né una bambina né una ragazza né una donna. Sgattaiolavo tra le file […]
Pubblicato il 27 gennaio 2022

Rosa come un pirata

Nelle zone costiere dell’Inghilterra del sud, esiste un antico modo di dire, del tutto ignoto nel resto del mondo, “rosa come un pirata”. Quando una certa cosa o un certo accadimento viene associato in senso letterale o figurato al color rosa, si usa questa espressione. Nelle nuove generazioni, con la globalizzazione, è caduta un po’ […]
Pubblicato il 26 gennaio 2022

Ciprian e Vittoria

Lisa rifletteva spesso sulle caratteristiche dei suoi figli, davvero molto diversi l’uno dall’altra. Ovvero: fisicamente non troppo, perché entrambi erano biondi ed avevano grandi occhi celesti, decisamente quel tipo di bambino di fronte a cui tutti esclamano: bello/a! E che occhi! Ma,riguardo al carattere, per quanto era capriccioso, scostante e iracondo Marco, così Vittoria era […]
Pubblicato il 19 gennaio 2022

L’apocalisse

Sergio Ortelli Sindaco del Comune di Isola del Giglio Una sera d’inverno particolarmente bella, che non si presenta come le altre solitamente tristi, ma fortemente illuminata dalla luna piena che rende perfino visibile un corridoio di luce su Montecristo, sul lato ovest dell’isola. La baia di Campese che si mostra dalla terrazza di casa appare […]
Pubblicato il 13 gennaio 2022

Soddisfazioni

Alfredo si sentiva decisamente soddisfatto. La giornata era piuttosto fredda, anzi, si poteva dire gelida. Ma nessuna condizione atmosferica poteva minare la felice condizione di guidatore di una fiammante Giulietta Alfa Romeo. Nel febbraio del ’56 non era da tutti. Ma lui era il Conte Pelo, rise fra sé, quel nomignolo con cui lo chiamavano […]
Pubblicato il 12 gennaio 2022

Pedro salta più in alto…

… il campo sembrava un arello gonfio di pioggia, magliette e calzoncini inzuppati di fango, il cielo plumbeo e ammalato di notte. Pochi spettatori a resistere al vento che soffia diaccio e fastidioso. In campo due squadre di provincia, la Cinghiala e il Ciciano. Correva forse il ’74, al ritmo di Battisti e dei Jethro […]
Pubblicato il 11 gennaio 2022

Una notte a Roma

Nel giugno del ’61, Alfredo, detto anche il Conte Pelo, fu assunto inaspettatamente in Comune. Smise così la sua vita itinerante di viaggiatore di commercio e questo, se da un lato significava una vita più comoda e più sicura, dall’altro metteva definitivamente a riposo il suo spirito irrequieto che necessitava di stimoli e di ambienti […]
Pubblicato il 5 gennaio 2022

Sara

La maestra Sara giunse in Maremma dalla nativa Napoli nei primi anni ’50, a seguito del marito, un ottimo impiegato dello stato, laureato e di buona famiglia. Lei aveva trentacinque anni e l’incipiente pinguedine non rendeva meno dolce il suo bel viso radioso, con profondi occhi neri e un sorriso smagliante quanto ingenuo. Suo figlio […]
Pubblicato il 29 dicembre 2021

Profondo rosso

In un tardo pomeriggio di fine settembre, il lungomare di Viareggio pare assopito in una sorta di pigro languore. Due uomini siedono al tavolo di un bar, all’aperto, mentre una leggera brezza che viene dal mare agita la bandiera del vicino stabilimento balneare che ha tutta l’aria di aver già chiuso la stagione. L’uomo più […]
Pubblicato il 23 dicembre 2021