Articoli

Venerdì santo

La terza gravidanza di Maria Anellini coniugata Pastacorta si presentò da subito più difficile delle precedenti. Un senso di malessere generale non la abbandonava mai e anche una certa inappetenza accompagnava le sue giornate. I due figli più grandi avevano preso benissimo la notizia. Avevano ormai dodici e undici anni, si sentivano grandi, il fratellino […]
Pubblicato il 30 marzo 2022

Nodi di fer nemico e non d’amante

Tommaso Diotallevi è un commesso quasi quarantenne, di buona cultura e di maniere affabili, anche se all’occhio di un cliente più smaliziato non può certo sfuggire quell’espressione ostentatamente mistica che getta una luce inquietante sulla sua persona. Sì, perché se è vero che Tommaso è stato assunto per vendere articoli religiosi, quel suo modo di […]
Pubblicato il 25 marzo 2022

L’imprevisto

Il dottor Marco Aurelio Pastacorta era colto, scrupoloso e affidabile. Maria Anellini, a lui coniugata, apprezzava molto le suddette qualità, ma ne gradiva anche l’aspetto fine ed elegante, il fisico longilineo, gli occhi chiari e vivaci. La pacatezza e la misura che mostrava in famiglia e sul lavoro erano doti davvero rare e Maria continuava […]
Pubblicato il 9 marzo 2022

La ragazza vedova

Quella bella ragazza faceva pena a tutti in paese: giovane come l’acqua, era già vedova… La guerra è guerra, e lei n’era né la prima né l’ultima. Margherita e Corrado si sposarono dopo sei anni di fidanzamento, ma come marito e moglie, insieme ci stettero tre mesi e basta. Margherita, quel giorno, era andata ’n […]
Pubblicato il 4 marzo 2022

La Draga

La signora Maria Anellini coniugata Pastacorta viveva con soddisfazione mista ad ansietà la sua condizione di moglie e madre benestante. I suoi gioielli, Giovanni e Andrea, pur se turbolenti, erano ragazzini belli e simpatici. Il coniuge, oltre che ricco, aveva anche un aspetto decisamente gradevole, alto, longilineo e con fantastici occhi azzurri. Nonostante ciò, un’ansia […]
Pubblicato il 2 marzo 2022

Anellini in Pastacorta

La signora Maria Anellini aveva fatto un ottimo matrimonio. Suo marito, infatti, era direttore di banca e non solo: un ricco prozio senza figli lo aveva lasciato unico erede di un cospicuo patrimonio immobiliare. Così Maria, alla nascita del primo figlio, avvenuta nei primi anni ’60, aveva smesso di lavorare per dedicarsi alla famiglia ed […]
Pubblicato il 23 febbraio 2022

“Il gatto simbolo di libertà” di Giovanni Rajberti

(tratto da Sul gatto. Cenni fisiologici e morali di Giovanni Rajberti a cura di Roberto Goracci)   Tutto ciò farebbe credere che il gatto sia un docile amico, pronto ai vostri capricci, almeno quando si combinano colle sue comodità. Ma aspettate qualche settimana e me lo saprete poi dire. Un bel giorno egli trova l’uscio aperto, […]
Pubblicato il 17 febbraio 2022

La ragazza di Isaia

Il mio primo ragazzo si chiamava Isaia, anzi, si chiama, perché è vivo e vegeto, solo che non vive più a Orbetello, la cittadina lagunare in cui mi pregio di essere nata trentacinque anni fa. Eravamo una bella coppia, Patrizia e Isaia, tanto che per tutti ero “La ragazza di Isaia” e, per trasposizione, gli […]
Pubblicato il 16 febbraio 2022

Fior di ragazze 

Nella seconda metà degli anni ’20, la signora Anna, da poco trasferita a Grosseto dall’amato paese natio, cercava di ambientarsi e di stringere rapporti, se non di amicizia, almeno di affabile conoscenza, che le permettessero di non sentire troppo la mancanza dei genitori e dei fratelli, rimasti a Campagnatico. Lei era riservata, ma cordiale e […]
Pubblicato il 10 febbraio 2022

Un lavoro

(Tratto da MISAKEMIAMA di Anna Genni Miliotti) Trovare quel “lavoro” per Ilaria, non era stato facile. Alla Rosmini la Preside, la professoressa Magnolfi, aveva convocato entrambi i genitori e aveva proposto per lei un corso di formazione-lavoro, con cui prepararla ad un “possibile” inserimento lavorativo. Così avrebbe potuto alternare l’orario scolastico, con quello della scuola […]
Pubblicato il 8 febbraio 2022